martedì 10 gennaio 2017

Neoludica Game Art Gallery nella mattina formativa a Bergamo, Olimpiade Nazionale Videogioco nella Didattica

A Bergamo la I edizione nazionale del GAME@SCHOOL!
Olimpiade Nazionale del Videogioco nella Didattica
Bergamo, 14 gennaio 2017, c/o Scuola Primaria “A. Locatelli”.


Avete mai pensato al videogioco come al Prodotto di un percorso didattico?
La risposta all’interrogativo lanciato da ImparaDigitale a metà novembre è nel boom di iscrizioni: circa 100 i docenti e 74 le squadre di studenti che si sono registrati sul sito in pochissimi giorni, tanto da chiudere con largo anticipo le iscrizioni per raggiungimento del numero massimo di posti disponibili.
Evento organizzato da ImparaDigitale in collaborazione con il Comune di Bergamo, con il supporto di ACER, FORGEM e N&M Management e il contributo attivo dell’Istituto Comprensivo “E. Donadoni” di Bergamo.
L’idea alla base della sfida lanciata agli studenti e ai docenti di tutta Italia è che il videogioco, ormai diffuso a livello capillare in tutte le fasce d’età, può essere utilizzato e valorizzato come strumento al servizio della didattica. Il videogioco infatti non è un dispositivo meramente ludico, ma può essere anche un eccezionale prodotto educativo in grado di stimolare la creatività, raggiungere obiettivi specifici, favorire l’apprendimento e la memorizzazione delle informazioni, sviluppare logica e abilità, alternare momenti di cooperazione a momenti di lavoro individuale. Il videogame, nel format GAME@SCHOOL, non è solo lo strumento da esplorare dal punto di vista tecnico, ma si trasforma nel pretesto attraverso il quale far lavorare gli studenti su contenuti didatticamente rilevanti e far sviluppare loro competenze in un modo creativo e con linguaggi a loro familiari.
La competizione si rivolge agli studenti delle scuole Primarie e Secondarie di I e II grado che saranno chiamati a mettere in campo il proprio bagaglio di conoscenze e ad utilizzare le proprie tecnologie per trovare una soluzione possibile e originale al tema proposto. La partecipazione è completamente gratuita.
I ragazzi si sfideranno a colpi di videogioco su una missione didattica che sarà svelata soltanto a inizio lavori. Genitori e docenti potranno seguire il corso di formazione tenuto da relatori d’eccezione che approfondiranno temi connessi all'importanza didattica, sociale e culturale del videogioco. I prodotti realizzati dalle squadre saranno analizzati da una giuria di esperti e le squadre migliori in ogni categoria (Primaria, Secondaria di I grado, Secondaria di II grado) saranno premiati in occasione della manifestazione Stati Generali della Scuola Digitale in programma a maggio 2017 a Bergamo.


Si parlerà di 'Videogame tra arte, cultura e società' alle ore 10.40 con Luca Traini, Debora e Andrea Ferrari:

Comprendere l’industria artistica di questo inizio secolo ci permette di essere fruitori consapevoli non solo di videogame, vera è propria ultima arte predominante come il cinema lo è stato il secolo scorso, ma ci trasforma in utilizzatori preparati a inserire dinamiche tecnologiche in ambiti importanti e a noi cari come la tutela e la promozione del patrimonio artistico e culturale, della didattica museale, della formazione in aula, del turismo. Capire la concept art, conoscere autori e artisti della scena videoludica, raffrontare i movimenti d’arte con le attuali pratiche contemporanee tecnologiche. Questo si è prefissata di fare Game Art Gallery ® un nome che è un progetto nato nel 2008 per unire le strade di beni culturali e arti videoludiche e che ha portato alla 54.Biennale di Venezia proprio le game art nel 2011.
I videogiochi oggi rappresentano un grande mezzo di comunicazione, cultura e aggregazione. Utilizzati da almeno 170 milioni di persone al mondo rappresentano la nuova frontiera delle arti del XXI secolo e dell’intrattenimento interattivo. Capirli, utilizzarli al meglio, scoprirne le potenzialità, valorizzarne i contenuti estetici e sociali, è ciò che ci siamo prefissati di fare iniziando le nostre ricerche nel 2008. L’industria videoludica oggi è in costante espansione e in Italia si sono aperti vari canali di formazione per giovani che presto potrebbero lavorare in questi ambiti creativi e tecnologici. I tablet e gi smartphone in mano ai ragazzi sono un potente mezzo per renderli consapevoli del loro potenziale, psicologico, sociale, pratico. Guidandoli a un livello di conscious gamig e produzione essenziale di strumenti di comunicazione, li accompagniamo verso una sensibilità responsabilizzata per capire quanto possa essere migliore il mondo in cui viviamo utilizzando bene le tecnologie che abbiamo costruito.
Con le mostre, i workshop, le conferenze e gli eventi, intendiamo portare a conoscenza di tutti la rete virtuosa che abbiamo contribuito a creare e promuovere in questi anni.
“Siamo oggi nel pieno dello sviluppo e dello svolgimento di queste arti innovative, arti che non cambiano la prospettiva dell’arte, cambiano l’arte in sé. Arti che si rimettono in gioco nel significato sociale dell’Arte, come prassi e non solo come metafora. Arti che nascono da un fervido tessuto giovanile, estetico e produttivo, con potenzialità enormi a livello comunicativo ed economico e per le quali vale la pena insistere sul loro valore per affermarle in quello generale delle discipline umanistiche e dei beni culturali”. (Debora Ferrari, Luca Traini)

GAME@SCHOOL
Olimpiade Nazionale del Videogioco nella Didattica
14 Gennaio 2017, Bergamo


Per ulteriori informazioni:
Telefono: +39.035.07.40.131

email: eventi@imparadigitale.it 

Nessun commento:

Posta un commento